Il primo algoritmo etico per la pianificazione delle traiettorie dei veicoli autonomi

Ci fa piacere recensire un articolo di Nature “An ethical trajectory planning algorithm for autonomous vehicles” il primo algoritmo etico.

L’aumento dell’intelligenza artificiale e dell’automazione sta portando a decisioni morali che in precedenza erano prerogativa dell’uomo, a essere affidate a algoritmi.

Nel contesto della guida autonoma, algoritmi che hanno implicazioni etiche vengono utilizzati per pianificare il comportamento e la traiettoria del veicolo.

Per questo, presentiamo un algoritmo di pianificazione etica delle traiettorie con un framework che mira a una distribuzione equa del rischio tra gli utenti della strada. L’implementazione incorpora una combinazione di cinque principi etici.

Per quanto ci è dato sapere, questo è il primo algoritmo etico per la pianificazione delle traiettorie di veicoli autonomi in linea con le 20 raccomandazioni del gruppo di esperti della Commissione Europea e con una generalizzabilità applicabile a varie situazioni di traffico. Il comportamento etico dell’algoritmo prende in considerazione scenari selezionati e fornisce un’analisi empirica dei principi etici in 2000 scenari. Il codice utilizzato in questa ricerca è disponibile come software open-source.

L’algoritmo di pianificazione delle traiettorie etiche che proponiamo si basa sulla combinazione di cinque principi etici, che vengono incorporati nell’algoritmo stesso.

  • Il primo principio è la minimizzazione del rischio complessivo, che mira a ridurre al minimo il rischio per tutti gli utenti della strada.
  • Il secondo principio è la priorità per chi sta peggio, che significa che le decisioni dell’algoritmo sono orientate a proteggere le persone che sono in situazioni più vulnerabili o pericolose.
  • Il terzo principio è il trattamento uguale per tutti, che garantisce che tutti gli utenti della strada vengano trattati allo stesso modo, indipendentemente dalle loro caratteristiche o situazioni.
  • Il quarto principio è la responsabilità, che implica che l’algoritmo sia progettato in modo da rendere chiaro chi è responsabile delle decisioni che vengono prese.
  • Infine, il quinto principio è il rischio massimo accettabile, che significa che l’algoritmo è progettato per accettare solo un certo livello di rischio.

Secondo quanto sappiamo, questo è il primo algoritmo etico per la pianificazione delle traiettorie dei veicoli autonomi che segue le 20 raccomandazioni del gruppo di esperti della Commissione Europea e che ha una applicabilità generale a diverse situazioni di traffico. Mostrando il comportamento etico dell’algoritmo in scenari selezionati e fornendo un’analisi empirica dei principi etici in 2000 scenari possibili. Il codice utilizzato in questa ricerca è disponibile come software open-source.

Questo algoritmo etico rappresenta un passo importante nella direzione di garantire la sicurezza e l’equità sulla strada, specialmente in un mondo sempre più caratterizzato dalla presenza di veicoli autonomi. La sua conformità alle raccomandazioni della Commissione Europea e la sua applicabilità a diverse situazioni di traffico lo rendono una soluzione versatile e di ampio utilizzo. Inoltre, la disponibilità del codice sorgente come software open-source permette a chiunque di verificare e migliorare il suo funzionamento.

L’analisi empirica dei principi etici in 2000 scenari dimostra che il comportamento etico dell’algoritmo è coerente con i principi etici che sono stati definiti. Ciò è importante per garantire che le decisioni prese dai veicoli autonomi siano in linea con i valori etici della società.

In definitiva, questo algoritmo etico per la pianificazione delle traiettorie dei veicoli autonomi rappresenta un importante contributo all’evoluzione della tecnologia dei veicoli autonomi in direzione di un futuro più sicuro e equo.

______
Foto di Julien Tromeur da Pixabay 

NEWS AIopenmind su:

3D (4)6G (1)Accademia di Comunicazione (1)Acer (1)Adobe (27)Aeronautica (9)Africa (2)Agenzia delle Entrate (1)Agenzia Spaziale Europea (ESA) (1)Agenzia viaggi (1)AGI (Intelligenza artificiale generalizzata) (3)AGID (1)Amazon (22)Ambiente (1)AMD (1)Android (5)Animali (6)Animazione (3)Anziani (1)App (5)Apple (43)Archeologia (3)Architettura (4)Armi (3)Arredamento interni (2)Arte (26)Assistente vocale (2)Astronomia (2)Asus (1)AT&T (1)Audio (35)Autoapprendimento (1)Avatar (3)Aviazione (1)Avvocati (2)Aziende (13)Banca (3)Bard (3)Biblioteca (1)Bill Gates (1)Bing (9)Biologia (1)Birra (1)Blockchain (2)Boston Dynamics (2)Calcio (2)Canva (3)Cattolicesimo (3)Certificazioni (1)Cesintes (1)chataudio (1)Chatbot IA (39)Chip (3)Cina (50)Cinema (3)Claude (9)Clima (2)CNR (1)Coca-Cola (1)Commercio (2)Commissione Europea (1)Compagnie aeree (1)Computer (1)Computer quantistici (29)Computer Vision (3)Comuni italiani (1)Comunicazione (9)Comunicazioni vocali (2)Concorso bellezza AI (1)Contabilità (1)Convegno (13)Copilot (5)Copyright (6)Criptovalute (1)Cybersecurity (1)Dalle-2 (2)Dark web (2)Dating (1)Deepfake (2)Design automobilistico (2)Design Industriale (6)Diritti Autore (1)Doppiaggio (1)Drone (1)Droni (1)Dropbox (1)E-commerce (1)eBay (1)Editing fotografico (2)Editoria (8)ENEA (2)Esercito (2)Etica (116)Europol (1)Eventi (4)Evento (7)Facebook (3)FakeNews (18)Falegnameria (1)Fauna selvatica (1)Film (2)Finanza (7)Finanziamenti Italia (3)Firefly (3)Formazione (10)Fotografia (84)Francia (1)Free lance (1)G7 (1)Gaming (1)Garante privacy (18)Giappone (8)Giochi (5)Giornalismo (10)Giustizia (1)Google (198)Governo (7)Governo Italiano (1)Grafica (5)Guerra (12)Guida autonoma (3)Hong Kong (1)Hugging Face (2)IBM (6)Illustrazioni (1)iMessage (1)Immobiliare (1)India (3)Indossabili (2)Influencer (1)Informazione (8)Inghilterra (4)INPS (2)Intel (4)ISO (1)Istruzione (16)Jailbreaking (1)Lavoro (43)Libri (3)Linguistica computazionale (6)Linkedin (6)Maltrattamento infantile (1)Marina (1)Marketing (32)Medicina (23)Mercedes-Benz (1)Meta (45)Metaverso (15)Microsoft (129)Midjourney (11)Mobilità sostenibile (1)Moda (5)Modelli AI (18)Motori di Ricerca (3)Mozilla (2)Musica (27)Nato (1)Natura (1)Natural Language Processing (2)Nazioni Unite (1)NBA (1)NFT (3)Nvidia (28)Occhiali (2)Occhiali Intelligenti (1)Occhiali Smart (1)Oculistica (1)OMS (1)ONU (1)Open Source (2)OpenAI (178)Opera (7)Opera Browser (1)Oppo (2)Oracle (2)Orologio (1)Parlamento Europeo (4)Patente di guida (1)Pensieri (1)Perplexity (1)Pianeta (1)Plugin (1)Polizia (2)Ponti (1)Presentazioni aziendali (2)Privacy (19)Programmazione (9)Prompt (5)Pubblicazione (1)Pubblicità (16)QR Code (1)Qualcomm (3)Ray-Ban (2)Realtà mista (3)Reddit (3)Relazioni internazionali (2)Relazioni Pubbliche (3)Religione (1)Report (69)Ricerca scientifica (8)



AI open mind

Insieme per riflettere sull’intelligenza - umana e artificiale - tra studi, esperienze, democrazia e innovazione.

Meta AI: Verso un’AI Inclusiva e Regolamentata per l’Europa

Meta ha annunciato il suo impegno nello sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale (AI) che rispettino le lingue, le geografie e le culture europee....

ISO/IEC 25000: La Bussola della Qualità per Software e AI

ISO/IEC 25000: Migliorare la Qualità del Software e dell'Intelligenza Artificiale Il sito web ISO/IEC 25000 - SQuaRE, gestito da Domenico Natale, rappresenta una risorsa fondamentale...

Mi sono imparato la scienza?

Fahrenheit.iit e il potere della narrazione. Mercoledì 13 marzo, ore 17:00 in Accademia di Comunicazione e in streaming Registrati La narrazione può essere la lama...

Iscrizione NEWSLETTER

I dati da Lei forniti non saranno comunicati ad altri soggetti terzi e non saranno trasferiti né in Stati membri dell’Unione Europea né in paesi terzi extra UE.

Visita le sezioni del sito

Link utili

Casi studio, contributi

AI governance: A research agenda, Governance of AI program, Future of Umanity Institute, University of Oxford, Dafoe A., 2017 Artificial intelligence (AI) is a po-tent...

Libri

Ricerche

Piattaforme Corsi Gratuiti

White paper, guidelines