Quantum computing: potere illimitato con rischi illimitati

I computer quantistici potrebbero risolvere moltissimi problemi e crearne molti altri.

I computer quantistici rappresentano una delle più grandi innovazioni tecnologiche degli ultimi anni. Essi utilizzano qubit, ovvero particelle subatomiche che possono esistere contemporaneamente in più stati, per elaborare le informazioni in modo esponenzialmente più veloce rispetto ai computer tradizionali. Questo significa che potrebbero risolvere problemi complessi in pochi secondi che altrimenti richiederebbero anni di elaborazione per i supercomputer più potenti. Tuttavia, questa tecnologia presenta anche rischi, come la sua capacità di rendere obsoleta tutta la crittografia esistente, mettendo a rischio le comunicazioni, le transazioni finanziarie e perfino le difese militari. In breve, i computer quantistici potrebbero risolvere moltissimi problemi e crearne molti altri.

I computer quantistici possono essere utilizzati per:

  • Risolvere problemi matematici e scientifici complessi, come quelli legati ai cambiamenti climatici e alla sicurezza alimentare
  • Velocizzare il processo di ricerca e sviluppo in campi come la medicina, la farmaceutica e l’ingegneria
  • Migliorare la capacità di elaborazione dei dati e l’intelligenza artificiale
  • Risolvere problemi di ottimizzazione e simulazione

D’altra parte, potrebbero essere causare:

  • Rendere obsoleta la crittografia esistente, mettendo a rischio le comunicazioni, le transazioni finanziarie e perfino le difese militari
  • Aumentare la competizione tra paesi e aziende per la conquista della tecnologia, creando tensioni geopolitiche
  • Creare nuove minacce alla sicurezza informatica, poiché i computer quantistici potrebbero essere utilizzati per decifrare i codici di sicurezza attualmente considerati sicuri.

In generale, i computer quantistici rappresentano una grande opportunità per la scienza e l’innovazione, ma richiedono anche una attenta valutazione e gestione dei rischi.

Questa è una situazione di una tecnologia che è destinata a trasformare praticamente tutto. La capacità unica dei computer quantistici di elaborare grandi quantità di dati sta già ottimizzando i percorsi di migliaia di navi cisterna che attraversano il globo, aiutando a decidere quali pazienti in terapia intensiva richiedono cure più urgenti e simulando i processi chimici a livello atomico per progettare nuovi materiali. Inoltre, promette di potenziare l’intelligenza artificiale, con la capacità di addestrare algoritmi che finalmente possono rendere realtà le auto senza conducente e i tassisti droni. Le simulazioni di IA quantistica mostrano un grado di efficacia e efficienza che è sorprendente, dice Chris Inglis, direttore nazionale per la cyber sicurezza degli Stati Uniti.

Le prime aziende ad adottare i computer quantistici sono quelle di gestione degli asset, per le quali l’incorporazione di calcoli quantistici comporta pochi costi aggiuntivi. Ma gli utilizzi commerciali non sono lontani. La società spagnola Multiverse Computing ha condotto progetti pilota di successo con clienti multinazionali come BASF e Bosch che mostrano come i suoi algoritmi quantistici possono raddoppiare i profitti del commercio di valuta estera e individuare quasi quattro volte più difetti nella linea di produzione. Gli algoritmi di apprendimento profondo quantistici sono completamente diversi da quelli classici, dice Enrique Lizaso Olmos, CEO di Multiverse. Si possono addestrare più velocemente, provare più strategie e sono molto più efficienti nel trovare le correlazioni importanti da un gran numero di dati.

Il settore della computazione quantistica sta attualmente vivendo un’accelerazione senza precedenti, con giganti della tecnologia come Google, Amazon e Alibaba che si contendono il dominio di questo spazio. Secondo un’analisi della International Data Corp, il mercato globale della computazione quantistica dovrebbe crescere da 412 milioni di dollari nel 2020 a 8,6 miliardi di dollari nel 2027.

La computazione quantistica si basa su qubit, ovvero particelle subatomiche in grado di esistere contemporaneamente in più stati, a differenza dei bit tradizionali che sono solo in uno stato di acceso o spento. Questo salto dal dualismo al multiverso nell’elaborazione delle informazioni espande esponenzialmente la potenza di calcolo. Problemi complessi che richiedono anni di elaborazione per i supercomputer più potenti potrebbero essere risolti in pochi secondi grazie ai futuri computer quantistici.

Questa tecnologia potrebbe aprire frontiere finora impensabili in matematica e scienza, aiutando a risolvere problemi esistenziali come i cambiamenti climatici e la sicurezza alimentare. Tuttavia, come ogni innovazione disruptive, anche la computazione quantistica presenta rischi. La sua capacità di risolvere problemi renderebbe obsoleta tutta la crittografia esistente, mettendo a rischio le comunicazioni, le transazioni finanziarie e perfino le difese militari.

Il settore della computazione quantistica è stato paragonato ad una nuova corsa allo spazio, con Stati Uniti e Cina in particolare che si sfidano per conquistare la tecnologia. Tony Uttley, presidente e COO di Quantinuum, una società che offre applicazioni commerciali di computazione quantistica, afferma che “questa tecnologia sarà la prossima rivoluzione industriale. È come all’inizio dell’era internet o dei computer classici”.

_______

Fonte: Quantum Computers Could Solve Countless Problems—And Create a Lot of New Ones
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

NEWS AIopenmind su:

3D (4)6G (1)Accademia di Comunicazione (1)Acer (1)Adobe (27)Aeronautica (9)Africa (2)Agenzia delle Entrate (1)Agenzia Spaziale Europea (ESA) (1)Agenzia viaggi (1)AGI (Intelligenza artificiale generalizzata) (3)AGID (1)Amazon (22)Ambiente (1)AMD (1)Android (5)Animali (6)Animazione (3)Anziani (1)App (5)Apple (43)Archeologia (3)Architettura (4)Armi (3)Arredamento interni (2)Arte (26)Assistente vocale (2)Astronomia (2)Asus (1)AT&T (1)Audio (35)Autoapprendimento (1)Avatar (3)Aviazione (1)Avvocati (2)Aziende (13)Banca (3)Bard (3)Biblioteca (1)Bill Gates (1)Bing (9)Biologia (1)Birra (1)Blockchain (2)Boston Dynamics (2)Calcio (2)Canva (3)Cattolicesimo (3)Certificazioni (1)Cesintes (1)chataudio (1)Chatbot IA (39)Chip (3)Cina (50)Cinema (3)Claude (9)Clima (2)CNR (1)Coca-Cola (1)Commercio (2)Commissione Europea (1)Compagnie aeree (1)Computer (1)Computer quantistici (29)Computer Vision (3)Comuni italiani (1)Comunicazione (9)Comunicazioni vocali (2)Concorso bellezza AI (1)Contabilità (1)Convegno (13)Copilot (5)Copyright (6)Criptovalute (1)Cybersecurity (1)Dalle-2 (2)Dark web (2)Dating (1)Deepfake (2)Design automobilistico (2)Design Industriale (6)Diritti Autore (1)Doppiaggio (1)Drone (1)Droni (1)Dropbox (1)E-commerce (1)eBay (1)Editing fotografico (2)Editoria (8)ENEA (2)Esercito (2)Etica (116)Europol (1)Eventi (4)Evento (7)Facebook (3)FakeNews (18)Falegnameria (1)Fauna selvatica (1)Film (2)Finanza (7)Finanziamenti Italia (3)Firefly (3)Formazione (10)Fotografia (84)Francia (1)Free lance (1)G7 (1)Gaming (1)Garante privacy (18)Giappone (8)Giochi (5)Giornalismo (10)Giustizia (1)Google (198)Governo (7)Governo Italiano (1)Grafica (5)Guerra (12)Guida autonoma (3)Hong Kong (1)Hugging Face (2)IBM (6)Illustrazioni (1)iMessage (1)Immobiliare (1)India (3)Indossabili (2)Influencer (1)Informazione (8)Inghilterra (4)INPS (2)Intel (4)ISO (1)Istruzione (16)Jailbreaking (1)Lavoro (43)Libri (3)Linguistica computazionale (6)Linkedin (6)Maltrattamento infantile (1)Marina (1)Marketing (32)Medicina (23)Mercedes-Benz (1)Meta (45)Metaverso (15)Microsoft (129)Midjourney (11)Mobilità sostenibile (1)Moda (5)Modelli AI (18)Motori di Ricerca (3)Mozilla (2)Musica (27)Nato (1)Natura (1)Natural Language Processing (2)Nazioni Unite (1)NBA (1)NFT (3)Nvidia (28)Occhiali (2)Occhiali Intelligenti (1)Occhiali Smart (1)Oculistica (1)OMS (1)ONU (1)Open Source (2)OpenAI (178)Opera (7)Opera Browser (1)Oppo (2)Oracle (2)Orologio (1)Parlamento Europeo (4)Patente di guida (1)Pensieri (1)Perplexity (1)Pianeta (1)Plugin (1)Polizia (2)Ponti (1)Presentazioni aziendali (2)Privacy (19)Programmazione (9)Prompt (5)Pubblicazione (1)Pubblicità (16)QR Code (1)Qualcomm (3)Ray-Ban (2)Realtà mista (3)Reddit (3)Relazioni internazionali (2)Relazioni Pubbliche (3)Religione (1)Report (69)Ricerca scientifica (8)



AI open mind

Insieme per riflettere sull’intelligenza - umana e artificiale - tra studi, esperienze, democrazia e innovazione.

Meta AI: Verso un’AI Inclusiva e Regolamentata per l’Europa

Meta ha annunciato il suo impegno nello sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale (AI) che rispettino le lingue, le geografie e le culture europee....

ISO/IEC 25000: La Bussola della Qualità per Software e AI

ISO/IEC 25000: Migliorare la Qualità del Software e dell'Intelligenza Artificiale Il sito web ISO/IEC 25000 - SQuaRE, gestito da Domenico Natale, rappresenta una risorsa fondamentale...

Mi sono imparato la scienza?

Fahrenheit.iit e il potere della narrazione. Mercoledì 13 marzo, ore 17:00 in Accademia di Comunicazione e in streaming Registrati La narrazione può essere la lama...

Iscrizione NEWSLETTER

I dati da Lei forniti non saranno comunicati ad altri soggetti terzi e non saranno trasferiti né in Stati membri dell’Unione Europea né in paesi terzi extra UE.

Visita le sezioni del sito

Link utili

Casi studio, contributi

AI governance: A research agenda, Governance of AI program, Future of Umanity Institute, University of Oxford, Dafoe A., 2017 Artificial intelligence (AI) is a po-tent...

Libri

Ricerche

Piattaforme Corsi Gratuiti

White paper, guidelines