IAPP: Intelligenza Artificiale, Pubblica e Privata

Referente progetto Simonetta BLASI, FERPI Lazio / Università Pontificia Salesiana – FSC

Live meeting – opening, 7 luglio ore 17:00

In che senso

Ci piace pensare, con Eleanor Roosevelt, che il futuro appartiene a quanti credono alla bellezza dei propri sogni. E una cosa per essere bella deve essere anche vera, come ci diceva Keats, e inoltre – Agostino ci ricorda – l’uomo è sempre affamato di verità perché nessuno alla fine può tollerare di essere ingannato. Allora se il bello è anche vero e giusto eccoci qui a sognare/immaginare un percorso narrativo che sia anche un viaggio intrigante e che ci porti ad esplorare/scoprire/condividere il complesso mondo delle intelligenze artificiali (o per meglio dire, delle intelligenze aumentate) che già da tempo semplificano le nostre routine, personalizzano le offerte del mercato, manipolano il consenso, creano in rete e sui social echo-chambers e così via.

L’intento vuole essere scientifico-divulgativo ed è rivolto a tutti – giovani-meno giovani-adulti-anziani – ed ha anche l’ambizione di divenire un compendium d’intrattenimento culturale nazionalpopolare (quindi fortemente accessibile ed esperienziale) per incontrare la più ampia popolazione possibile. Così i critici potranno acquisire maggior senso pratico e i pratici più coscienza critica così contribuire all’upgrade di un intero popolo che, da sempre, si distingue per diversificate eccellenze creative.

Perché

Si desidera contribuire a una corretta alfabetizzazione e informazione su AI, sfatando timori da film di fantascienza e rendendo ‘user friendly’ questa innovazione tecnologica. Ma si intende anche fare chiarezza sul ‘lato oscuro della forza’ (Capitalismo della Sorveglianza) per sostenere lo sviluppo di una cittadinanza attiva rispetto alla crescita esponenziale e alla pervasività del fenomeno. Dare a tutti la possibilità di conoscere le implicazioni di AI nel quotidiano e in prospettiva.

Operare una chiara distinzione tra ciò che è BIO e ciò che non lo è. Salvaguardare l’Umano in questa rapida escalation dove AI governa (moltissime) cose/servizi/profilazioni/informazioni etc.

Come

Sono moltissimi i linguaggi che possiamo impiegare per questa iniziativa. Tutti esplorabili in un’ottica di accessibilità per target. Dal fumetto al cartoon, dalle web-series, alle campagne di comunicazione integrata, dalle instagram-stories passando per l’arte e la realizzazione di corti e contest creativi.

______________
Referente progetto
Simonetta BLASI, FERPI Lazio / Università Pontificia Salesiana – FSC


Modulo Adesione


Entra in campo per contribuire alla riflessione corale sull’Intelligenza Artificiale, puoi compilare il modulo di adesione indicando, nell’apposito spazio, il tuo campo di interesse e i temi che desideri condividere.
Sarai contattato al più presto.

I dati da Lei forniti non saranno comunicati ad altri soggetti terzi e non saranno trasferiti né in Stati membri dell’Unione Europea né in paesi terzi extra UE.




AI open mind

Insieme per riflettere sull’intelligenza - umana e artificiale - tra studi, esperienze, democrazia e innovazione.